CRESCIMONDO APPROACH

“È assolutamente necessario,  per i bambini piccoli,  avere una vita organizzata; specialmente nel caso che se l’organizzino da sé.”   Pippi Calzelunghe

Arrampicarsi, correre, scorazzare in bicicletta, fare la conta, nascondersi, preparare manicaretti di sabbia, fango, conchiglie e foglie, conoscere e apprezzare l’odore del legno, della terra, delle piante, dei materiali naturali. Godere dei colori brillanti di cui sono fatte le cose esposte alla luce del sole, dell’aria fresca e del calore sulla pelle. Scavare, esplorare, comporre, scomporre.
Diffidare della gomma, dell’erba di plastica, delle paginette fotocopiate colme di immagini stereotipate, delle sedie, dei lavoretti, dei giocattoli belli e pronti, dei divieti appesi sulle pareti delle aule.
Noi di Crescimondo siamo fermamente convinti che le regole per il rispetto reciproco e la convivenza pacifica, le competenze relative alla prosocialità, le modalità di partecipazione si apprendono meglio quando è data la possibilità ai bambini di praticare il gioco libero e di auto organizzarsi.
Che la creatività è tanto più stimolata quanto più gli elementi a disposizione sono destrutturati, dunque sensibili a differenti interpretazioni.
Che la conquista della propriocezione unita al controllo dei movimenti corporei, fa da base all’apprendimento di qualsiasi disciplina.
Che questo è il lavoro che devono svolgere i bambini.
Che l’infanzia è una pagina importante nella vita di una persona.
Che fare scuola all’aperto, giocare liberamente nei cortili, avere libertà di movimento siano diritti di tutti i bambini e di tutte le bambine.

Crescimondo Approach è posto in essere attraverso:

  • L’accoglienza nel “lavoro aperto” e nel fare “Scuola all’Aperto” di diverse riflessioni ed esperienze interdisciplinari, il guardare ai cambiamenti, alle mescolanze, alle intersezioni come a qualcosa di normale e auspicabile. La Scuola all’Aperto si realizza attraverso: 1) l’utilizzo in tutte le stagioni del cortile come un luogo di movimento, un Grande Atelier creativo e materico; 2) frequenti uscite in campagna ove, in collaborazione con Animagricola Fattoria Didattica e Asineria i bambini si prendono cura dell’orto della scuola puntando dritto dritto allo stretto rapporto tra la terra e la tavola e al Diritto dei bambini a un buon inizio, ad una sana e corretta alimentazione; 3) frequenti uscite a piedi in città quale modo per riconoscere il valore formativo del cammino.  La città infatti è  maestra, una sorprendente aula a cielo aperto, contenitore di materia plasmata ad uso dell’uomo, di storia e storie, di simboli e memorie e rappresenta l’incontro con l’altro perché è scambio e accoglienza. E’ dire: “io sono qui”, ovvero riconoscere e far riconoscere il bambino quale cittadino a tutti gli effetti.
  • L’essere in armonia con il contesto, dialogare con le famiglie, la città e il territorio.Crescimondo è impegnato, infatti, oltre che nella gestione delle sue attività all’interno della propria sede, in esperienze culturali e ludiche fuori dalle proprie mura, in collaborazione con associazioni culturali attive sul territorio di Cosenza e provincia, per la promozione dei valori di cui si fa portavoce. Le famiglie partecipano e sono coinvolte nelle attività della scuola attraverso assemblee, pic nic e momenti di convivialità, gruppi di narrazione, giochi e animazione durante le feste.
  • Il narrare la gioia di educare alla felicità, alla creatività e all’autodeterminazione.La cultura dell’infanzia necessita di una narrazione appropriata allo scopo di diffondere  i valori che la sottendono.
    Narrare la gioia dell’educare è narrare della ricchezza delle possibilità, della cooperazione, collaborazione  e solidarietà che si realizzano con lo stare insieme a scuola e in città. E’ cogliere tanto la spensieratezza di certi attimi quanto la concentrazione nel lavoro, l’audacia, le azioni significative del gesto esplorativo o creativo.  La narrazione è rassicurante. Chi la fa riceve più forza e consapevolezza delle idee,  chi ascolta altrettanto. Per questo uno dei nostri lavori più importanti è la documentazione  per fini di studio  delle attività dei bambini, dei giochi, dei dialoghi e delle intuizioni per mezzo della fotografia, della scrittura, della registrazione audio.Ne segue spesso la pubblicazione per mezzo del blog e dei social network individuati quali strumenti utili alla diffusione delle idee per stimolare riflessioni e cambiamento culturale.

 

ludoteca cosenza, asilo nido cosenza, doposcuola cosenza, feste di compleanno bambini cosenza, laboratori creativi bambini cosenza, laboratori cucina bambini cosenza, baby chef cosenza, ristobimbo, micronido cosenza, crescimondo cosenza, corsi inglese per bambini cosenza, hocus & lotus cosenza

Lascia un commento